«Rinnovo di scambi chiavi in mano» nella stazione di Klus della OeBB.

Soluzioni globali di FFS Infrastruttura per un esercizio ferroviario forte.

FFS Infrastruttura intende offrire in futuro ai propri clienti più soluzioni end-to-end. Per la OeBB ha ora realizzato per la prima volta un rinnovo completo degli scambi in qualità di imprenditore generale.

La rete ferroviaria della Oensingen-Balsthal-Bahn OeBB assicura i trasporti pubblici tra Oensingen e Balsthal nella regione di Thal-Gäu nel Cantone di Soletta. Sulla tratta lunga poco di quattro chilometri, la OeBB trasporta ogni anno oltre 600 000 passeggeri e 94 000 tonnellate di merci. Nell’ambito di un programma di rinnovo decennale per gli impianti di binari e della linea di contatto, nel dicembre 2019 lo scambio 2 nella stazione di Klus-Balsthal è stato trasformato nel giro di una settimana. Dopo 33 anni di servizio, lo scambio su legno (tipo 185) aveva esaurito il suo compito ed è stato sostituito con un nuovo scambio (tipo 300). In qualità di imprenditore generale, FFS Infrastruttura ha fornito il primo «rinnovo di scambi chiavi in mano». 

Vantaggio: riduzione degli oneri di coordinamento per il gestore dell’infrastruttura.

«L’esperienza insegna che la realizzazione di un rinnovo degli scambi dipende dall’interazione tra il committente e i più disparati fornitori di servizi per la costruzione di binari e comporta elevati oneri di coordinamento», spiega Nekdarios Carpouchtsis, Key Account Manager Tecnica ferroviaria e logistica presso FFS Infrastruttura. Per questo ha convinto l’offerta del rinnovo di scambi chiavi in mano: «FFS Infrastruttura ha offerto l’intera progettazione, la prestazione di costruzione del binario così come i macchinari, la produzione dello scambio, la fornitura dei materiali e lo smaltimento a regola d’arte del materiale di scarto.» La prestazione globale è stata realizzata in collaborazione con i partner per la costruzione di binari Meier+Jäggi, competente per i lavori di costruzione del binario e le prestazioni accessorie, e AeBo+Dill, che ha preso in carico la progettazione.

In stretto accordo con la OeBB, le tappe dei lavori sono state pianificate in maniera tale da non limitare eccessivamente l’esercizio ferroviario durante la settimana. Per il fine settimana, l'OeBB ha organizzato una sostituzione del treno. Inoltre, ha supportato la manovra dei carri ferroviari con proprio personale e una propria locomotiva, lavorando anche agli impianti di sicurezza durante la fase esecutiva e ha organizzato la regolazione della catenaria.

I rinnovi degli scambi comportano elevati oneri di coordinamento tra i fornitori e i prestatori di servizi coinvolti.
Legenda immagine: I rinnovi degli scambi comportano elevati oneri di coordinamento tra i fornitori e i prestatori di servizi coinvolti.

Settimana di lavoro intenso.

Pensando ai lavori di costruzione, Nekdarios Carpouchtsis ricorda che durante la settimana lavorativa dal 9 al 16 dicembre 2019 ha piovuto e in parte nevicato, con temperature invernali che si aggiravano in media intorno ai 5 gradi. I lavori di costruzione sono iniziati il lunedì sera con la fornitura del nuovo scambio prefabbricato dal Centro per la tecnica ferroviaria. Nei giorni seguenti i costruttori di binari lo hanno premontato in parti sul posto, per prepararlo alla posa. Nell’ambito dei lavori preparatori si è inoltre provveduto a misurare il nuovo binario, realizzare i contrassegni e smontare eventuali elementi annessi allo scambio. Per il fine settimana tutto era pronto. Dopo la lunga fase di preparazione sono iniziati i lavori a ritmo serrato che si svolti da sabato 14 a domenica 15 dicembre 2019, con la chiusura completa della stazione e lo sbarramento della tratta. La squadra di dodici addetti ai lavori ha cominciato smontando il vecchio impianto di scambio del binario. In seguito ha preparato e spianato la massicciata. Per farlo, date le condizioni locali, è stato necessario trasportare su camion 180 tonnellate di pietrisco ferroviario. Con una gru di carico mobile, i costruttori di binari hanno messo in posizione il nuovo scambio nella massicciata. Si è quindi proceduto alle operazioni di inghiaiatura dello scambio per stabilizzarlo e saldatura alla termite delle rotaie di raccordo. Per il comando manuale dello scambio è stato installato un dispositivo d’inversione. I lavori di costruzione si sono conclusi la domenica con lo smontaggio del vecchio scambio e dei relativi raccordi per la separazione delle sostanze residue. Complessivamente sono state installate 209 tonnellate di nuovo materiale e il materiale di scarto è stato smaltito a regola d’arte. «Dopo il collaudo da parte del committente, l’impianto di scambio del binario ha potuto essere consegnato ancora prima del previsto», così Nekdarios Carpouchtsis commenta soddisfatto lo svolgimento senza intoppi. «Finora eravamo conosciuti principalmente come produttore di scambi. Con il rinnovo di scambi chiavi in mano possiamo fornire ai nostri clienti soluzioni globali che semplificano loro la vita.»

Anche Markus Schindelholz, direttore della OeBB, trae un bilancio decisamente positivo: «Le attività dei diversi prestatori di servizi e fornitori si sono integrate alla perfezione. Siamo felici che FFS Infrastruttura abbia assunto il coordinamento globale e ci abbia accompagnati da vicino in veste di interlocutore.»

Markus Schindelholz (a sinistra), direttore della OeBB, e Nekdarios Carpouchtsis (a destra), capoprogetto di FFS Infrastruttura, Vendita tecnica ferroviaria e logistica.
Legenda immagine: Markus Schindelholz (a sinistra), direttore della OeBB, e Nekdarios Carpouchtsis (a destra), capoprogetto di FFS Infrastruttura, Vendita tecnica ferroviaria e logistica.

Ulteriori contenuti